discocity discocity live News & Events discocity musica Contatti info
Mix Files curiosità ed info sui grandi titoli della storia a 12””

Blair - Nightlife 1978 (Solar Sound)


Barney Blair Perry, chitarrista classe 1953, è nato a  Buffalo nello stato di New York (USA).

Nel 1974 entra a far parte dei Blackbyrds di Donald Byrd come chitarrista.

Nel 1978 pubblica su Solar Sound come solista, l’album “Nightlife”, dal quale viene estratto lo splendido 12” omonimo.


chitarra e basso - Barney Perry

percussioni – Gregory Gerran e Lino Druitt

coriste – Angela Winbush  Marva Hicks

tastiere – Tom Schuman



curiosità:

“Nightlife”  non è un brano del tutto originale. E’ infatti decisamente ispirato dal brano “The Baby” contenuto nel secondo album dei Blackbyrds, “Flying Start” del 1974.  - è stato ristampato -



the Rhythm Makers - Zone 1976 (Vigor) promo only

gruppo funk di New York, hanno iniziato a suonare alla fine degli anni sessanta.

Nel 1974 pubblicano il primo singolo e nel 1975 esce “Zone”, inserito successivamente  nell’unico album pubblicato dalla band  nel 1976. Contemporaneamente esce il mix promozionale di  “can you feel it” che porta come retro il fantastico “Zone”.


Emanuel “Rahiem” LeBlanc – voce  e chitarra

Keith Crier – basso

Kenny Banks – batteria
Herb Lane – tastiere


“Zone” 12” mix promo (Vigor) 5:17 (stessa durata sia del 45 giri che dell’album) - è stato ristampato -


curiosità:

i Rhythm Makers nel 1978 si trasformano in G.Q., ottenendo il loro più grande successo commerciale, con la bellissima “Disco Nights”, nel 1979.


Needa - come on and rock / rock -a- freak  1979 (Sunshower/Leomini)

dietro il progetto “Needa” si nasconde il “vecchio lupo” Billy Moore, che ha scritto, arrangiato e prodotto il disco. Come già in altre produzioni di Moore, il brano “come on and rock” è stato originariamente pubblicato su Sunshower e successivamente ripubblicato su Leomini con un diverso arrangiamento.


- è stato ristampato -





Muscle Shoals Horns - born to get down (born to mess around)  1976 (Bang)


I Muscle Shoals Horns sono una classica sezione fiati del sud degli USA, situata a Muscle Shoals in Alabama.
E’ formata da:

Harrison Calloway alla tromba

Harvey Thompson al sax tenore e flauto

Charles Rose al trombone

Ronnie Eades al sax baritono.


nel 1976 pubblicano il primo album su Bang records ed ottengono un discreto successo con il singolo “Born to get down”, che viene pubblicato anche su 12” con la stessa copertina dell’album. Il mix e l’album (vedi foto) si differenziano esclusivamente per la scritta della copertina interna (di colore rosso) che sbuca dalla cerniera (ciò che si vede è effettivamente parte della copertina interna).


Fatback Band - spanish hustle 1975 (Event/Spring-Polydor) / nycnyusa 1977 (Spring - Polydor) promo only


La Fatback Band è una storica band di New York che si è rivelata estremamente prolifica nel decennio ‘75-’85.

Si distinguono per un funk da ballo energico e caratterizzato da una inconfondibile linea di basso.

il line-up storico è formato dal fondatore, il batterista Bill “fatback” Curtis, il bassista Johnny Flippen, il tastierista Gerry Thomas, il

chitarrista Johnny King e coadiuvati soprattutto da Billy Hamilton, Wayne Wilford, Earl Shelton,  e George Adams. Nel tempo si sono avvicendati come coristi: Deborah Cooper , Michael Walker, Linda Blakely.


nel 1975 pubblicano il primo mix (un promo) su Event records, distribuito da Spring/Polydor. Si tratta dello splendido “spanish Hustle”, contenente  ben tre versioni: l’extended Spanish Hustle 5:54, la versione dell’album da 5:16 e quella del singolo a 45 giri da 3:28.

La band replica nel 1977 con un altro gioiello: “Nycnyusa”, un promo dedicato alla “loro” città. Il singolo è completamente differente dalla versione dell’album e dura 6:30, pubblicato su Spring reciords e distribuito Polydor.


sono stati ristampati -


Bill Brandon - we fell in love while dancing/ Lorraine Johnson - the more I get, the more I want 1977 (Prelude) promo only


Un vero e proprio “sacro graal” del collezionismo. Edizione rarissima e costosissima nonché solo promozionale per questo double-side composto da Bill Brandon e da Lorraine Johnson del 1977. Sono pubblicati nella stessa edizione perché rispettivamente dello stesso anno e con gli stessi autori, produttori ed arrangiatori (Jesse Boyce e Moses Dillard)  escluso il brano della Johnson relativamente agli autori, poiché si tratta del classico “philly” di Teddy Pendergrass firmato da McFadden & Whitehead.

Bill Brandon dura circa 1’,30” rispetto alla versione dell’album, mentre per Lorraine Johnson la durata è superiore di 46”.


è stato ristampato -


Licky - African Rock 1979 (Queen Constance) red vinyl


L’ennesima pubblicazione appartenente alla grande famiglia “P&P” , ad opera di Peter e Patricia Brown, Larry Robinson e scritto da Peter Brown con Rebecca e Denise. Realizzato soprattutto in vinile rosso trasparente è stato pubblicato dalla sussidiaria della Sound of N.Y., Queen Constance. Disco molto raro e piuttosto costoso (la media di mercato tra il 2005 ed il 2013 è stata di 200 euro circa)




Tyrone Davis - get on up (disco) - 1978 (Columbia) promo only


Lsi tratta della versione “estesa” del brano contenuto nell’album “I Can't Go On This Way” del 1978 a firma di Tyrone Davis. Pubblicato solo promozionale, ha una durata di circa 10’ rispetto alla versione dell’album (circa 5’). Piuttosto raro e molto ricercato.




The Temprees - I found love on a disco floor  - 1976 (Epic) promo only


Versione mix “estesa” da circa 7’ di questo brano mai pubblicato su LP. Esiste solo la versione su 45 giri da circa 4’.




Universal Love - moon ride - 1977 (TK)


Slendido prodotto tipicamente “philly” arrangiato dal grande Ronnie Baker (nel retro con Ron kersey). La sonorità del disco sta tra Dexter Wansel e gli Instant Funk. Dietro lo pseudonimo di Universal Love si cela Weldon Arthur McDougal III, musicista ed autore di gradi successi non solo “philly” nonché produttore del brano. Il mix ha una reperibilità ridotta ed un costo tutt’altro che accessibile.





The Imperials - fast Freddie the roller disco king - 1979 (TK)


Ancora una volta l’eccellente lavoro di Tony Sylvester (quello di “Pazuzu” per intenderci). Pubblicato nel 1979, il brano è molto particolare rispetto alle altre pubblicazioni del periodo. Molto ricercato, dal costo piuttosto elevato.





Sugar Bear Johnson - when your Jones come down - 1980 (T-Jay rec)


Vero “santo Graal” della “disco”, il brano del 1980 suona meravigliosamente come un 77-78…bellissimo, infinito e…costoso.





Bear Brothers - love is  - 1978   (Unidisc) Can.


Un altro “ragazzo terribile”…mix canadese retro del bruttino “Zsha Zsha Zsha” che troviamo nel lato A. Difficile reperibilità e costo elevato.






Le Frank ‘O - keep on gettin’ down’ - 1978 (M M M Gold) USA


Vera e propria “bomba” disco-boogie scritta, arrangiata e prodotta da Frank (‘o) Johnson. Davvero introvabile e costosissimo. Splendido. E’ stato ristampato






Gladys Knight & the Pips - it’s a better than good time - 1978 (1979 questa edizione ext. canadese) Buddah Rec.


Bellissimo pezzo “disco” scritto dall’autore e produttore inglese Tony Macaulay, pubblicato sull’album del 1978 “the one and only” della durata di 5:58. L’anno successivo in Canada viene pubblicato il mix remixato dal master originale (pare di 16 minuti) lavorato da Walter Gibbons. La durata complessiva del mix canadese viene così portata a 6:33. Strepitoso






Hidden Strenght - hustle on up 1975 promo - ext. versioni (UA) USA


Uno dei primissimi mix del 1975 in versione “extended” da ben 10:04. Grandissima “disco-funk” estratta dal fantastico album omonimo che però contiene questo brano “spezzato” in due parti che complessivamente arrivano alla durata di 7:16. Imperdibile