<!-- Inizio Codice ShinyStat -->

<script type="text/javascript" src="//codice.shinystat.com/cgi-bin/getcod.cgi?USER=discocity017"></script>

<noscript>

<a href="http://www.shinystat.com/it/" target="_top">

<img src="//www.shinystat.com/cgi-bin/shinystat.cgi?USER=discocity017" alt="Contatore sito" style="border:0px" /></a>

</noscript>

<!-- Fine Codice ShinyStat -->

<!-- Inizio Codice ShinyStat -->

<script type="text/javascript" src="//codice.shinystat.com/cgi-bin/getcod.cgi?USER=discocity017"></script>

<noscript>

<a href="http://www.shinystat.com/it/" target="_top">

<img src="//www.shinystat.com/cgi-bin/shinystat.cgi?USER=discocity017" alt="Contatore sito" style="border:0px" /></a>

</noscript>

<!-- Fine Codice ShinyStat -->

discocity discocity live News & Events discocity musica Contatti info



I Kraftwerk (letteralmente centrale elettrica in tedesco) sono una band tedesca di musica elettronica formatasi a Dusseldorf nel 1970. Sono da molti considerati i pionieri del genere il cui stile musicale ha influenzato la pop music della fine del ventesimo secolo e ha determinato la nascita di nuovi generi musicali come la house, la techno e molto altro ancora.

I Kraftwerk vengono fondati nel 1970 da due ex studenti di musica classica, Ralf Hutter e Florian Shneider dopo la separazione dal gruppo in cui militavano precedentemente, gli Organisation.


Avvalendosi di diversi collaboratori, i Kraftwerk registrano e pubblicano nel novembre del 1970 un album sperimentale che porta lo stesso nome del gruppo. Nel 1971 Ralf Hutter abbandona il gruppo, per rientrarvi subito dopo, mentre il batterista Klaus Dinger e il chitarrista Michael Rother abbandonano definitivamente per fondare un gruppo chiamato Neu!.





Nel giro di una sola settimana, tra settembre e ottobre i Kraftwerk (ora formati solo da Hutter e Shneider) registrano il loro secondo album, che sarà pubblicato nel gennaio del 1972

Il 1973 si rivela un anno cruciale per il gruppo. Viene infatti assunto come collaboratore grafico il pittore Emil Shult (che nell'album Kraftwerk 2 aveva collaborato suonando il basso), il cui stile ispirerà il gruppo per quanto riguarda l'immagine. Il gruppo aprirà un proprio studio di registrazione chiamato Kling Klang (dal titolo di un brano dell'album Kraftwerk 2) nel quale registrano il loro terzo album, intitolato Ralf & Florian, dove si evidenzia in modo più massiccio l'elettronica, dopo le sperimentazioni degli album precedenti.

Verso la fine dell'anno viene pubblicato il primo singolo della propria discografia, il brano Kometenmelodie, in onore alla cometa Kohoutek. Contemporaneamente avviene un'ulteriore svolta all'interno del gruppo: vengono scoperti infatti i ritmi sintetici (ricavandoli con delle particolari percussioni a pads costruite e brevettate da loro stessi) e viene allargata la formazione precedentemente limitata a Hutter e Shneider.

Entrano così Wolfang Flur (percussionista), e Klaus Roeder (chitarrista e violinista). Con la nuova formazione i Kraftwerk, dopo sei mesi di lavoro, pubblicano nel novembre del 1974 Autobahn, che segna la svolta definitiva da parte del gruppo verso quel genere di musica che ancora oggi li contraddistingue.

Nei primi mesi del 1975 i Kraftwerk, rimasti in tre dopo l'abbandono di Klaus Roeder prima del termine delle registrazioni di Autobahn, partono per un tour in diverse città europee e statunitensi grazie al successo del loro ultimo album. Durante questo tour al gruppo si arruola Karl Bartos, un giovane percussionista. Viene così a formarsi la formazione storica del gruppo. Nell'ottobre dello stesso anno il gruppo pubblica l'album Radio-Activity concept album dedicato alla tecnologia nucleare e alla radio.

Nei tre anni successivi verranno pubblicati altri due concept album che faranno letteralmente epoca: Trans Europe Express (pubblicato nel 1977, dedicato ai treni e all'Europa) e The man machine (pubblicato nel 1978 e dedicato allo spazio e ai robots).



Nel maggio del 1981, i Kraftwerk, in pieno boom dei computer, pubblicano il nuovo album Computer World con il quale raggiungono l'apice del loro successo, grazie anche al tour mondiale (con oltre 150 concerti) dedicato all'album intrapreso durante l'anno.


Nel 1982, sulla scia del successo dell'album Computer World, i Kraftwerk incominciano a lavorare per un nuovo album: "Technopop".

Tuttavia il progetto si interrompe appena un anno dopo, a causa di un incidente in bicicletta occorso a Ralf Hutter, quando era già stato pubblicato come singolo una delle tracce che avrebbero dovuto far parte dell'album stesso, Tour De France (dedicata, come suggerisce il titolo, alla corsa ciclistica).

L'album "Technopop" vede la luce solamente nel dicembre del 1986, e viene pubblicato con il nome di Eletric Cafe’, ultimo album discografico eseguito dalla formazione storica del gruppo. A partire dal 1987 infatti il percussionista Wolfang Flur incomincia a staccarsi sempre di più dal gruppo fino a lasciare definitivamente la band nel 1989.

Nel 1990 i Kraftwerk arruolano nella propria formazione il percussionista Fritz Hilpert, ma pochi mesi dopo anche Karl Bartos abbandona il gruppo.

Nel 1991 il gruppo pubblica un nuovo disco, intitolato The Mix, una raccolta di alcuni dei successi degli anni passati rivisti in forma moderna.

Fino al 2000 i Kraftwerk si prendono una lunga pausa, interrotta solo da alcune apparizioni dal vivo.

Con l'arrivo del nuovo millennio i Kraftwerk decidono di interrompere la loro pausa musicale facendo uscire due nuovi singoli intitolati Expo 2000 ed Expo 2000 remix, composti in occasione della Fiera Tecnologica di Hannover in Germania.

Nell 2003 i Kraftwerk lanciano una ristampa del singolo Tour De France , in versione rivista, e con l'aggiunta di una traccia video. Pochi mesi dopo il gruppo pubblica un nuovo lavoro sempre incentrato sul Tour de France che si intitola Tour De France Soundtracks..

L'anno successivo il gruppo intraprende il tour mondiale intitolato Minimum-Maximum, che tocca ottanta città, e l'anno seguente viene pubblicato l'album live che prende lo stesso nome del concerto.

DISCOGRAFIA UFFICIALE STAMPA ORIGINALE TEDESCA

LP

Kraftwerk Philips 6305 058 1970

2 Philips 6305 117 1971

Ralf Und Florian Philips 6305 197 1973 poster

Highrail Fontana 9294 124 1974 compilation

Autobahn Philips 6305 231 1974

Doppelalbum Philips 6623 057 1974 compilation 2LP

Radio-Aktivitat Kling Klang EMI 1C062-82087 1975 incl. set of 16 stickers

Radio-Aktivitat Kling Klang EMI 1C062-82087 1975 without set of 16 stickers

Pop Lions Fontana 6434 348 1975 compilation

Trans Europa Express Kling Klang EMI 1C064-82306 1977 poster

Die Mensch Machine Kling Klang EMI 1C058-32843 1978 colored red vinyl

Die Mensch Machine Kling Klang EMI 1C058-32843 1978

Pop Lions Fontana 6434 348 1978 RE1 of Autobahn

Computerwelt Kling Klang EMI 1C064-46311 1981

Eletric Cafe Kling Klang EMI 1C064 24 0654-1 1986

Eletric Cafe Kling Klang EMI 1C064 24 06441986 english version

The mix Kling Klang 7 96651/52 1 1991 compilation

Expo 2000 Kling Klang 7242 8 87984 6 4 1999

Expo Remix Kling Klang 7243 8 89613/4 6 2 2000 2LP

Tour de France Soundtrack 2003

MIX

The model Kling Klang 1CK 052-78078 Z 1978

Das model Kling Klang EMI 1C062-45176 YZ 1978 3 tracks red vinyl

Tour de France Kling Klang EMI 1CK 062 2003776 1983

Musique non Stop Kling Klang EMI 1CK060 201523 1986

Der Telefon Anruf Kling Klang EMI 1CK060 2016336 1987

Tour de France (remix) 1999

Expo 2000 1999

Tour de France 2003 2003

Aero Dynamik 2004

45

Kohoutek-Kometenmelodie1/2 Philips 6003 356 1973

Autobahn/Morgenspaziergang Philips 6003 438 1974

Kometenmelodie 2/ Mitternacht Philips 6003 466 1974

Mitternacht/Morgenspaziergang Philips 6853 001 1975 Bertelsmann edit.

Radio-Aktivitat/Antenne Kling Klang EMI 1C006-82119 1976

Autobahn/ Kometenmelodie 2 Vertigo/Phonogram 6147 012 1976

Trans Europa Express/Franz Shubert Kling Klang EMI 1C006-85077 1977

Das Model/The model Kling Klang EMI 1C006-78078 1978

Die Roboter/Spacelab Kling Klang EMI 1C006-32941 1978

Das Model/Neonlicht Kling Klang EMI 1C006-45109 1978

Taschenrechner/Dentaku Kling Klang 1C006-46365 1981

Tour de France Kling Klang 1C006-1652047 1983

Musique non Stop Part 1+2 Kling Klang 1C006-20 1508 7 1986

Die Roboter/Robotronik Kling Klang 1C006-204325 7 1991



Kraftwerk discocity musica

a cura di Fabrizio Pezzolo - realizzazione Marco Reverberi