Special

a cura di Fabrizio Pezzolo - realizzazione Marco Reverberi

questa selezione si riferisce al trentennio 60-70-80.

Nel 1964 arriva nelle sale di tutto il mondo il ciclone "GOLDFINGER"

uno dei film della serie che ha incassato di piu' nel giro di pochissime settimane entrando di diritto anche

nel Guiness dei primati . L'orchestrazione è curata dal solito JOHN BARRY mentre il titolo di testa è cantato

in modo sorprendente dall'allora ventisettenne inglese SHIRLEY BASSEY,

che per questo vincera' il disco d'oro. Nella colonna sonora U.S.A. mancano quattro brani

che sono  invece presenti nella prima stampa Inglese.

"Thunderball" del 1965, quarto film della serie con il

brano di apertura portato al successo da Tom Jones.

All’interno figura anche il famoso "Mr Kiss Kiss Bang Bang". Grandioso!

Siamo nel 1967 quando JOHN BARRY e il suo fido paroliere LESLIE BRICUSSE compongono per NANCY, figlia del grande FRANK SINATRA, la title track di "YOU ONLY LIVE TWICE". La O.S.T. del quinto film della serie contiene anche splendidi pezzi strumentali come il famosissimo "CAPSULE IN SPACE" usato anche nella serie televisiva inglese U.F.O , combinazioni musicali e cinematografiche in voga negli anni a cavallo tra gli anni ‘60-’70.

Con O.H.M.S.S. il compositore JOHN BARRY chiama alla sua corte niente meno che

LOUIS ARMSTRONG, il grande jazzman di colore che anche se gravemente malato cantera' l'indimenticabile title track "WE HAVE ALL THE TIME IN THE WORLD".

Contrariamente agli altri film della serie sara' editata prima la versione 45" nel 1968,

poi  l'album completo nel 1969.

Siamo nel 1971 quando viene distribuito nelle sale cinematografiche di tutto il mondo "DIAMONDS ARE FOREVER", tradotto in Italia con "Una cascata di diamanti", musicato ancora una volta dall'ineguagliabile JOHN BARRY e cantato dalla straordinaria SHYRLEY BASSEY.

Nel 1974 la prima svolta musicale nei film di 007. Con "LIVE AND LET DIE "

viene chiamato a comporre ed arrangiare la colonna sonora niente meno che l'ex Beatles PAUL McCARTNEY che con i WINGS proporra' un

classico arrangiamento stile anni '70. Il brano giungera' addirittura

al secondo posto nella classifica U.S.A. ed otterra' una nomination all'OSCAR.

La colonna sonora pubblicata negli U.S.A. sara' distribuita dalla UNITED ARTIST

in edizione apribile con all'interno alcune foto del film.

Nel 1975 con "THE MAN WITH THE GOLDEN GUN" JOHN BARRY con il suo aiutante DON BLACK confezionano una colonna sonora non proprio all'altezza delle precedenti. La title track verra' eseguita dalla cantante britannica LULU, lanciata all'Eurofestival del 1969.

"The spy who loved me" del 1977 è il decimo film.

La musica è composta da Marvin Hamlisch, il quale decide

di unire lo stile “Bondiano” a quello della disco music che impazza. Nasce cosi "Bond '77".

Il brano cantato nei titoli di testa verra' interpretato da Carly Simon .

Uno dei migliori vinili della serie

Per il kolossal fantascientifico "MOONRAKER" del 1979, l'infaticabile JOHN BARRY di ritorno dopo una breve pausa, chiama KATE BUSH per interpretare la title track, che però declinera' l'offerta . Verra' quindi richiamata per l'occasione l’inossidabile SHIRLEY BASSEY, giunta così alla terza interpretazione della saga.  

"For your eyes only" del 1981 è dodicesimo film. Musicato

da Bill Conti (gia' vincitore del premio Oscar con "Rocky")

è cantato dalla bella e brava Sheena Easton,

l'unica (nella storia della saga)

che interpretera' anche i titoli di testa.

1983: esce "Octopussy",  tredicesimo episodio della serie; e' di nuovo il turno di John Barry che scrive una bella partitura per Shirley Bassey, ma la prescelta è Rita Coolidge che canta "All time high".

Con il 14° film della fortunata serie "A VIEW TO A KILL"

JOHN BARRY chiama il gruppo del momento : i DURAN DURAN,

che vennnero addirittura nominati baronetti dai principi di Galles.

Il video musicale sara' girato a Parigi sulla Torre Eiffel,

location utilizzata anche per alcune scene del film.

Il video termina in stile “bondiano” con il cantante del gruppo

che cita direttamente Bond con un improbabile "BON , SIMON LE BON".

"THE LIVING DAYLIGHTS" del 1987, è il quindicesimo. Il brano di testa è di John Barry e cantato dal gruppo del momento, i norvegesi A-HA, che girano il video musicale direttamente nello "007 stage" , quello di coda decisamente piu' armonioso e adatto ad un film del genere, è "If there was a man" dei PRETENDERS.  

Nel 1989 sara' la star americana GLADYS KNIGHT, che con i suoi PIPS

interpreta la splendida " LICENCE TO KILL " composta per l'occasione

da un altro grande esponente della musica black NARADA MICHAEL WALDEN.

Il brano di chiusura "IF YOU ASKED ME TO"

(frase pronunciata da 007 nel film stesso) sara' interpretato da un’altra star: PATTY LABELLE.

discocity musica